La Pampanini

“A mio nonno, che nel 1956, in Venezuela, coronò il sogno di aprire un ristorante tutto suo, chiamato “la Pampanini”, in omaggio alla grande diva Silvana Pampanini, che in visita ufficiale in Venezuela, gli aveva fatto l’onore di pranzare proprio da lui.

Amore e passione

Oggi continuo questa passione di famiglia, portando avanti lo stesso sogno che coltivò mio nonno.
La Pampanini, infatti, non è solo una semplice pizzeria, ma il luogo nel quale chiunque può sentirsi un sognatore.”